Perché si dice “specchietto, o specchio, per allodole”?

Certe cose sanno attrarre alla sola vista, ma bisogna fare attenzione perché potrebbero soltanto ingannarci come uno “specchietto per allodole”! Che significato e origine ha questa espressione? Qual’è il collegamento con le allodole? A questi uccelli piace forse ammirare il proprio riflesso? Tutte le risposte che cerchi sono qui sotto!

Uno “specchietto per allodole” è meglio non guardarlo!

Avere quello che si chiama il fiuto per gli affari non è da tutti, come non è da tutti avercelo per le fregature! Alcune persone infatti, per ingenuità o per fragilità interiore, cadono spesso vittime di raggiri o inganni, a volte non per loro diretto errore, ma perché l’imbroglio è architettato con molto ingegno e risulta assai “allettante”.

Da come risulta però, anche certi animali vengono “abbindolati” con facilità per mezzo di tecniche particolari e “attrattive”, progettate niente di meno che, ahimè, proprio dall’uomo.

Sappiamo bene infatti come i cacciatori si avvalgano di esche di vario genere in grado di stimolare l’attenzione del povero animale di turno, così da farlo uscire allo scoperto e farlo finire dritto dritto in trappola.

Nel nostro caso, la bestiola di cui possiamo fare un esempio è l’allodola: l’uccello viene catturato con l’ausilio di un apparecchio che si compone di una o più parti rotanti, su cui sono inseriti degli specchietti che, nel momento in cui l’aggeggio sta girando, riflettono la luce solare in tutte le direzioni. Il volatile ne viene attratto e si avvicina, con l’ovvio risultato purtroppo di essere poi preso in trappola. Per fortuna al giorno d’oggi questa tipologia di caccia non è consentita e chi viene scoperto ad utilizzarla è perseguibile per legge.

Ed è proprio da questo metodo di cattura delle allodole che sembrerebbe aver avuto origine l’odierna espressione metaforica “specchio, o specchietto, per allodole”, che si usa in riferimento a quei gesti o atti molto ammalianti e carichi d’attrazione, fatti in modo da catturare l’interesse di coloro a cui sono rivolti, per poi però rivelarsi soltanto un “abbaglio” o un “trabocchetto”, in modo simile agli specchi dei cacciatori che attiravano le allodole in trappola.

L’espressione si usa, anche se molto di rado, verso quelle strategie di marketing studiate soltanto per ingannare i destinatari o, con un’accezione più particolare, verso i piani d’azione della polizia e delle forze dell’ordine preparati per tendere un “tranello” a criminali che risultano di difficile cattura, sperando così di farli uscire allo scoperto e consentire finalmente il loro arresto.

Il Panda Curioso

Scritto da Il Panda Curioso

Pandone è un Panda Curiosone che ogni giorno si pone tantissime domande. Perchè si dice così? Perchè si fa così? E come ogni Curiosone che si rispetti va a cercare le risposte e le condivide con tutti i suoi amici curiosi. Seguilo anche tu!

Leggi tutti i post di Il Panda Curioso

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.